Biografia

BIOGRAFIA
Gli anni più significativi della vita di Bruno Barbon.

1939

Il maestro Bruno Barbon nasce a Spresiano, un paese in provincia di Treviso. Il padre Paolo è un tecnico specializzato molto richiesto e si occupa della manutenzione di macchinari industriali. La madre Adele è impiegata nel Lanificio Marchesin di Arcade (TV).

1954

Raggiunta l’adolescenza, Bruno inizia l’apprendistato in un laboratorio di Spresiano per poi spostarsi in una bottega artigiana a Treviso, in zona San Francesco. Su consiglio del proprio maestro, frequenta i corsi serali presso il locale Istituto d’Arte per approfondire la conoscenza del disegno e della storia dell’arte.

1956

Realizza la prima cornice intagliata:  "Ricordo che volevo che nessuno mi aiutasse, era una sfida con me stesso".

1959

Al termine dell’ apprendistato,  Bruno Barbon si sposta a Venezia con l’intento di specializzarsi. Spinto dalla crescente consapevolezza delle proprie capacità, si mette quasi subito in proprio ed assieme ad un giovane socio veneziano affitta un magazzino a Sant’Agostin, nel Sestiere di S. Polo.

1962

Il maestro si sposta nel laboratorio di San Tomà, attuale sede della bottega. La nuova sistemazione si trova nelle immediate vicinanze della Basilica dei Frari e della Scuola Grande di S. Rocco. Calle dei Calegheri è passaggio obbligato per chi arriva a Venezia e vuole recarsi al Ponte di Rialto o a Piazza San Marco. Questa maggiore visibilità porta ad un netto aumento degli affari. In questi anni Bruno inizia ad accogliere i primi giovani apprendisti, interessati alla tecnica dell’intaglio e del restauro.

1969

Dopo anni di solida collaborazione, Bruno ed il socio Vittorio decidono di prendere strade diverse e si separano. Nello stesso anno, dopo pochi mesi di fidanzamento, compie il grande passo e sposa Elsa.

1973

Dopo 4 anni di matrimonio, Bruno ed Elsa festeggiano l'arrivo del primo figlio, Giandomenico.

1976

A 3 anni di distanza dal primo figlio, in casa Barbon arriva Marialuisa.

1996

Bruno Barbon riceve l’Osella d’Oro della Sensa. Il premio viene attribuito a persone che esprimono, nell’ambito della città di Venezia, qualità culturale e genio artigianale. Nello stesso anno viene restaurata la bottega: oltre alla sistemazione delle pareti e degli infissi, viene sollevato il pavimento di 30cm in modo da rendere i locali meno soggetti al devastante fenomeno dell’acqua alta.

2002

Presso il Teatro Goldoni di Venezia, riceve un premio di riconoscimento per i 40 anni di attività.

2012

Nella suggestiva cornice del parco dell'Arsenale di Venezia, l'Associazione Artigiani conferisce al maestro Barbon il premio "Vecchio Leone" quale segno di gratitudine e riconoscenza per l'impegno a favore dell'artigianato veneziano, in occasione dei festeggiamenti per i 50 anni di attività.